Apertura autunno 2022

Abbiamo immaginato di fare bene all’ambiente con il recupero delle acque piovane per i bagni degli edifici e per innaffiare i prati, con un parco verde di oltre 2.000 metri, con un km di tetto verde sopra una galleria di passaggio, con piante mangia smog e l’erba risparmia acqua.

Abbiamo immaginato di avere sete e anziché trovare bottiglie di plastica ai distributori automatici, scoprire un erogatore con un rubinetto che mentre offre da bere a te, sta regalando anche acqua a una famiglia nel resto del mondo.

Abbiamo immaginato di poter costruire i piani degli edifici anziché con tantissime tonnellate di cemento armato, utilizzando tonnellate di plastica riciclata.

Abbiamo immaginato che una giornata ventosa potesse non essere un fastidio tra i capelli ma una risorsa capace di alimentare la nostra turbina per generare e utilizzare energia pulita.

Abbiamo immaginato di catturare il sole grazie ai nostri pannelli solari e utilizzare la sua forza e il suo calore per rendere il nostro progetto a impatto quasi zero.

Abbiamo immaginato, infine, in una sera d’estate di camminare a piedi nudi sul Parco dei Respiri e scoprire che tutto quello che avevamo immaginato lo stavamo facendo davvero: 20.000 metri di rigenerazione urbana e un passo dopo l’altro per essere meritevoli di questa bellissima terra che abitiamo.
*questo è possibile grazie alla partnership con Wami, Water with a mission.